Homo Europeus

L'Europa, la Gran Bretagna, l'Italia, la sinistra e il futuro…

Posts Tagged ‘the guardian’

Il liberalismo muscolare di David Cameron e la “nostra” idea di liberta’

Posted by homoeuropeus su 23 febbraio 2011

Ha destato grande interesse anche in Italia (anche tra persone progressiste e in ambienti di centrosinistra) il discorso del Primo Ministro David Cameron a Monaco lo scorso 5 febbraio. In esso il leader conservatore delineava una nuova impostazione per rapportarsi al multiculturalismo della nostra societa’, una visione basata sul superamento della tolleranza passiva che e’ stata adottata negli scorsi anni e sulla promozione un piu’ attivo approccio, definito liberalismo muscolare.

Esiste un ideologia islamica radicale -questo in sintesi il ragionamento del Primo Ministro- che nonva confusa con la religione islamica, ma che non puo’ essere neppure tollerata, o continuamente giustificata, cosi’ come bisgna smettere di essre indulgenti verso coloro che questa ideologia predicano o cercare nel disagio e nell’emarginazione delle attenuanti per coloro che la abbracciano.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Go on Britain!, Our World | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | 3 Comments »

GE2010: «Labour ko? Decideranno gli indecisi»

Posted by homoeuropeus su 28 aprile 2010

Con i sondaggi che continuano a confermare l’ascesa di Nick Clegg e il Labour party che sta insesorabilmente scivolando in terza posizione, non c’è da soprendersi che nel quartier generale laburista le facce siano scure e che anche uno serafico come Peter Mandelson stia cominciando a perdere le staffe. Ieri, durante la consueta conferenza stampa mattutina, ha ripetutamente interrotto i giornalisti, e si è pure fatto cogliere di sprovvista dal corrispondente della Bbc: «Tu non sei candidato alle elezioni», ha sbuffato ad un certo punto lo stratega laburista, beccandosi prontamente un «Neppure tu, se per questo» da parte del giornalista Andrew Neil.

«Ci mancava solo che Mandelson cominciasse a perdere colpi» commenta Patrick Wintour, caporedattore politico del Guardian: «Queste elezioni sono come un terremoto, sono una delle elezioni più movimentate e incerte che io pesonalmente ricordi». E ne ricorda molte, dato che cominciò a seguire il carrozzone elettorale nel lontano 1992, quando i sondaggi davano Neil Kinnock vittorioso e poi il paese scelse John Major.

«Quella elezione serva da insegnamento», aggiunge, provando a mettere le mani avanti. «Evitiamo di fare previsioni, perché nonostante quello che dicono i sondaggi, può ancora succedere qualsiasi cosa. Le sorprese della campagna elettorale non sono ancora finite: mancano gli ultimi dieci giorni di campagna, durante i quali solitamente gli indecisi prendono posizione. E poi c’è l’ultimo dibattito televisivo…»

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Articles, Go on Britain! | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Il decennio europeo: dubbi e classifiche di questi 10 anni

Posted by homoeuropeus su 31 dicembre 2009

Con la fine dell’anno si avvia a finire anche il primo decennio del nuovo secolo (e anche del nuovo millennio, a dire la verita’), per quanto i puristi continuino a sostenere che in realta’ il decennio andrebbe contato dall’anno 01 (e che quindi finirebbe nel dicembre 2010).
Nonostante il loro ragionamento sia cronologicamente corretto (dato che l’anno 0 non e’ mai esistito), ormai la logica corrente vuole che i decenni si contino da 0 a 9, e che conseguentemente col dicembre 2009 finisca anche questo primo decennio, sul cui nome nel mondo anglosassone continua ormai da tempo una discussione tanto dotta quanto inutile.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Our World, Sguardo futuro | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 Comment »

I 200 anni di Gladstone, gigante senza paragoni

Posted by homoeuropeus su 29 dicembre 2009

Il 29 dicembre 1809 nasceva a Liverpool William Ewart Gladstone, l’uomo che piu’ di ogni altro ha influenzato la cultura politica inglese: se la Gran Bretagna e’ oggi un modello della cultura liberale lo si deve a questo straordinario personaggio, che fu parlamentare per 63 anni, di cui quasi la meta’ come membro del governo (13 da Primo Ministro, piu’ di 10 da Cancelliere, e vari altri ministeri).

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Go on Britain! | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 Comment »

Manchester blue: Berlusconi al Parco Nord

Posted by homoeuropeus su 4 ottobre 2009

manchester

Provate ad immaginare una kermesse di Forza Italia al Parco Nord di Bologna (luogo dove tradizionalmente si svolgeva la Festa dell’Unita’ provinciale, e quella nazionale quando essa era ospitata nel capoluogo emiliano).

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Go on Britain! | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

The Brighton Sun: il giorno di Brown

Posted by homoeuropeus su 29 settembre 2009

brownspeech

L'analisi del discorso di Brown sul Guardian.

Ha mantenuto il martedi’, il suo giorno, come quando era Cancelliere e gli toccava parlare il giorno prima di Blair (i leader tradizionalmente parlato di mercoledi’): forse abitudine, forse scaramanzia. Oggi comunque Brown ha pronunciato quello che secondo gli analisti sarebbe dovuto essere “il discorso della sua vita”, il make or break, come dicono da queste parti.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Go on Britain! | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , | 1 Comment »

Turmoil

Posted by homoeuropeus su 21 maggio 2009

C’e’ aria di crisi in Gran Bretagna.

Lo Speaker della House of Commons si dimette: con un messaggio di 32 secondi  pone fine ad una tradizione di autonomia ed indipendenza che durava da piu’ di 300 anni. Era il 1695 quando un altro Speaker, sir John Trevor fu costretto a dimettersi: tanto per capirci era l’anno in cui Vittorio Amedeo II di Savoia assediava Casale per rimarcare l’autonomia del Piemonte dalla Francia. L’Italia era ben lontana dal nascere (lasciamo stare le sue istituzioni repubblicane) e in Inghilterra il Parlamento attraversava la sua prima crisi istituzionale.
Leggi il seguito di questo post »

Posted in Go on Britain!, L'Italia che c'e' | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Professione: moglie

Posted by homoeuropeus su 3 aprile 2009

mogli

I giornali, non solo quelli italiani, ma anche perfino il Guardian in prima pagina, ci hanno deliziato negli ultimi due giorni con indiscrezioni e resoconti del G20 parallelo, quello delle first ladies: come era vestita Michelle (Obama)? Perche’ Carla (Bruni) non e’ venuta? Che cosa aveva organizzato Sarah (Brown)? Perfino che cosa ama legere Svetlana (Medvedeva)?

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Our World | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , | 1 Comment »

La crisi, un salvagente per Brown. E Miliband sigilla la tregua interna

Posted by homoeuropeus su 23 settembre 2008

Pubblicato su Europa di oggi – da Manchester.

C’è un tema che fa da leitmotiv alla conferenza laburista di quest’anno: l’elezione di un nuovo leader. Sembrava una realtà appena una settimana fa, quando gran parte del gruppo parlamentare aveva apertamente detto a Brown di farsi da parte e lettere di dimissioni erano pronte da parte di molti sottosegretari e ministri. Ma poi Brown è riuscito a sventare il complotto, blandendo qualcuno, licenziando qualcun altro, appigliandosi alle norme statutarie (che prevedono che la sfiducia sia formalmente sottoscitta da almeno 70 deputati).

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Articles, Go on Britain! | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Manchester Diary: finanzieri terroristi

Posted by homoeuropeus su 22 settembre 2008

Secondo le indiscrezioni del Guardian, intervenendo alla conferenza laburista questa mattina, il cancelliere Alistair Darling paragonera’ la cirsi dei mercati finanziari al terrorismo internazionale, il crollo dei titoli azionari agli attacchi alle torri gemelle.

Resta da capire perche’ il presidente Bush abbia voluto spendere 50 miliardi di dollari per salvare le istituzioni finanziarie, anziche’ bombardare Wall Street! 

Posted in Go on Britain!, Our World | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »