Homo Europeus

L'Europa, la Gran Bretagna, l'Italia, la sinistra e il futuro…

I 200 anni di Gladstone, gigante senza paragoni

Posted by homoeuropeus su 29 dicembre 2009

Il 29 dicembre 1809 nasceva a Liverpool William Ewart Gladstone, l’uomo che piu’ di ogni altro ha influenzato la cultura politica inglese: se la Gran Bretagna e’ oggi un modello della cultura liberale lo si deve a questo straordinario personaggio, che fu parlamentare per 63 anni, di cui quasi la meta’ come membro del governo (13 da Primo Ministro, piu’ di 10 da Cancelliere, e vari altri ministeri).

“Sono stato educato a odiare e temere la liberta’. Sono infine arrivato ad amarla. Questo e’ il segreto della mia carriera” disse al suo biografo John Morley pochi anni prima di morire.

Come dimostra la citazione, questo figlio di un coltivatore di zucchero, fu in grado di allontanarsi dalle idee del padre, dal suo mondo basato sulla schiavitu’ e sull’impero, per promuovere una serie di riforme che aumentarono le liberta’ individuali, promossero la pace (in Irlanda ma anche nelle colonie e promuovendo l’intervento inglese a difesa delle popolazioni bulgare sottomesse all’Impero Ottomano); riforme che svilupparono il commercio e resero possibile a milioni di individui di guadagnare diritti fondamentali come il voto (che fu esteso e reso segreto) e l’istruzione (che fu riformata, liberata dalle influenze della Chiesa e offerta a tutti i bambini dai 5 ai 12 anni).

Nonostante i molti impegni della carriera politica, durante la sua lunga vita Gladstone lesse e annoto’ piu’ di ventimila volumi, che prima di morire dono’ perche’ diventasero la base di una biblioteca pubblica (sulla quale scrivero’ presto un post, dato che, in questo periodo di ristrettezze di fondi pubblici per la cultura, ha inventato un sistema davvero intelligente per auto-finanziarsi, un buon esempio di quelle good practices che bisognerebbe attuare per uscire dalla crisi senza tante tragedie ma trasformando e sfruttando al meglio le le risorse che si possiedono)

Sul Guardian di oggi lo ricorda Geoffrey Wheatcroft, definendolo un gigante in confronto non solo all’attuale Primo Ministro, Gordon Brown, ma anche al suo probabile successore, David Cameron (che pure, come Gladstone ha frequentato prima Eton e poi Oxford).
Si tratta, a mio parere, di un giudizio profondamente sbagliato.
William Gladstone, infatti, e’ un gigante senza paragoni, davanti al quale non solo Brown, e Cameron, ma anche Tony Blair, Margaret Thatcher, Clement Attlee e Winston Churchill, per non parlare di Benjamin Disraeli e David Lloyd George, non possono che impallidire.

Una Risposta to “I 200 anni di Gladstone, gigante senza paragoni”

  1. […] una istituzione fondata sul lascito di quel colosso della storia inglese che risponde al nome di William Ewart Gladstone: 33 mila volumi che il quattro volte primo ministro, giunto alla veneranda eta’ di 82 anni, […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: