Homo Europeus

L'Europa, la Gran Bretagna, l'Italia, la sinistra e il futuro…

Archive for the ‘Sguardo futuro’ Category

Proteste e dinosauri

Posted by homoeuropeus su 12 febbraio 2011

Non e’ delle proteste di piazza Tahrir e della caduta di Hosni Mubarak che scrivero’ oggi, anche se quello che e’ successo e sta succedndo in Egitto e’ ovviamente destinato ad avere conseguenze enormi sul mondo come lo abbiamo conosciuto fino ad ora (e in questo, solo in questo, sono giustificati i paragoni con l’indimenticabile ’89).

Oggi pero’ mi voglio occupare di una diversa protesta, certamente minore (nella forma e nelle finalita’) rispetto a quella del Cairo: il movimento che si e’ sviluppato nelle settimane scorse in Gran Bretagna contro la chiusura delle biblioteche pubbliche. Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Posted in Articles, European minds, Go on Britain!, Sguardo futuro | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | 2 Comments »

Wej-ji: e se ricominciassimo a viaggiare lenti?

Posted by homoeuropeus su 22 aprile 2010

Londra ci ga regalato questa settimana delle bellissime giornate di sole, dei cieli limpidi, di un blu intenso, senza nuvole ma soprattutto senza quelle fastidiosissime scie di aeroplano che restano a lungo nell’azzurro e che caratterizzano ormai i cieli delle nostre citta’.

Ci voleva un vulcano, la piu’ presitorica delle eredita’ della terra, per mettere in crisi il nostro mondo e le sue certezze tecnologice, le sue “magnifiche sorti e progressive”.
La nuvola vulcanica islandese ha creato disagi e scompigli a chi doveva viaggiare, a chi era atteso dalla sua famiglia e dai suoi amici in una citta’ lontana (a me per primo, a dire il vero, che sono stato privato di una visita di mia mamma), a chi doveva rientrare dopo una vacanza, a chi aveva prenotato un volo per trasferirsi definitivamente in un altro paese.
Ma oltre ai disagi e ai problemi, a mio parere la nube ci ha lasciato un grande insegnamento, ci ha mostrato una nuova opportunita’. Almeno a me: mi ha aiutato a riflettere, a pensare.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Our World, Sguardo futuro | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Alliance of Youth Movements: la tecnologia e’ movement

Posted by homoeuropeus su 11 marzo 2010

I loro genitori, quando avevano vent’anni, occupavano i campus contro la guerra in Vietnam, organizzavano manifestazioni per i diritti delle minoranze, partecipavano a Woodstock. Le vecchie foto d’archivio ce li mostrano, capelli lunghi, blue jeans, sigaretta in bocca, seduti al tavolo di qualche piccolo caffe’ di provincia, o sugli scalini della biblioteca universitaria, mentre discutono animatamente di come cambiare il mondo.

I trentenni americani oggi non hanno rinunciato a quel sogno, anzi, la vittoria presidenziale di un giovane community organizer, ha dato loro nuovo entusiasmo: la vera differenza coi loro genitori e’ che oggi le nuove tecnologie hanno ampliato le loro possibilia’, hanno reso davvero globale la speranza di cambiamento.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Articles, Blogmania, Our World, Sguardo futuro | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Il paradosso di Giddens e le papere di Camden

Posted by homoeuropeus su 14 gennaio 2010

Il “paradosso di Giddens” e’ una teoria elaborata dall’ex direttore della London School of Economics per spiegare perche’ i summit internazionali sui cambiamenti climatici sono inevitabilmente destinati a fallire: secondo il sociologo, infatti, c’e’ una contraddizione irrisolvibile tra un rischio che deve essere affrontato prima che diventi visibile e una risposta politica che non riesce ad essere articolata se non in presenza del rischio, quando ormai è troppo tardi.

Giddens, che ha partecipato in qualità di esperto alla fase preparatoria del vertice di Copenhagen sostiene che «Le grandi conferenze internazionali sono tutte destinate a fallire perche’ in esse la seconda parte del paradosso diventa ancora più incontrollabile.
Leggi il seguito di questo post »

Posted in Articles, European minds, Our World, Sguardo futuro | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , | 1 Comment »

Il decennio europeo: dubbi e classifiche di questi 10 anni

Posted by homoeuropeus su 31 dicembre 2009

Con la fine dell’anno si avvia a finire anche il primo decennio del nuovo secolo (e anche del nuovo millennio, a dire la verita’), per quanto i puristi continuino a sostenere che in realta’ il decennio andrebbe contato dall’anno 01 (e che quindi finirebbe nel dicembre 2010).
Nonostante il loro ragionamento sia cronologicamente corretto (dato che l’anno 0 non e’ mai esistito), ormai la logica corrente vuole che i decenni si contino da 0 a 9, e che conseguentemente col dicembre 2009 finisca anche questo primo decennio, sul cui nome nel mondo anglosassone continua ormai da tempo una discussione tanto dotta quanto inutile.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Our World, Sguardo futuro | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 Comment »

Vico, Foa e un ideogramma cinese: pensieri di fine anno per affrontare la crisi

Posted by homoeuropeus su 18 dicembre 2009

«Paiono traversie e sono opportunita’»: questo pensiero di Vico ha accompagnato un lungo pezzo della mia giovinezza. L’ho in qualche modo adottato come senso della vicenda raccontata in queste lettere: il travaglio, le privazioni, la sofferenza del presente erano proiettati nel futuro, non erano un patimento, erano delle possibilita’ e quindi delle scelte.

Con queste parole comincia l’introduzione di Vittorio Foa al volume “Lettere della giovinezza” (Einaudi1998) che raccoglie le lettere scritte durante gli otto anni della sua prigionia, dal 1935 al 1943: anni cruciali  che videro la promulgazione delle leggi razziali, la creazione dell’impero,  l’escalation bellica, anni in cui certamente non si poteva immaginare ne’ il 25 luglio, ne’ l’8 settembre, ne’ tantomeno la Resistenza e la nascita della Repubblica. Leggi il seguito di questo post »

Posted in Our World, Sguardo futuro | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | 7 Comments »

Se il nostro futuro e’ affidato alle piazze e all’arte

Posted by homoeuropeus su 11 dicembre 2009

Sabato scorso, nonostante le cattive condizioni atmosferiche, le strade della capitale sono state invase da una manifestazione imponente e colorata, una marea di persone preoccupate del nostro futuro e decise a lanciare un segnale forte e deciso per un cambiamento davvero radicale.
Mi dispiace non aver potuto partecipare: mi sarei sentito davvero a mio agio, insieme a quelle migliaia di persone che esprimevano disappunto per la situazione attuale e il desiderio di costruire un futuro migliore per le generazioni che verranno.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Il PD che vorrei, Sguardo futuro | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 Comment »

Domani, cento anni fa

Posted by homoeuropeus su 17 ottobre 2009

Il 18 ottobre del 1909 (domani, cento anni fa) nasceva Norberto Bobbio.

bobbio1

Lo stato italiano ha deciso di ricordarlo con una serie di iniziative culturali, L’Unita’ invece ha scelto di offrire ai suoi lettori una collezione degli interventi scritti da Bobbio per quel giornale. Peccato non lo abbia fatto anche La Stampa, con cui Bobbio collaborava continuativamente e su cui pubblico’ alcune riflessioni davvero significative.

Tra esse una, intitolata “L’utopia capovolta” pubblicta il 9 giugno del 1989 (i giorni di piazza Tien an men) in cui il filosofo rifletteva sulla fine del comunismo:

Sono in grado le democrazie che governano i Paesi piu’ ricchi del mondo di risolvere i problemi che il comunismo non e’ riuscito a risolvere? Questo e’ il problema. Il comunismo storico e’ fallito, non discuto. Ma i problemi restano, proprio quegli stessi problemi, se mai ora e nel prossimo futuro su scala mondiale, che l’utopia comunista aveva additato e ritenuto fossero risolvibili. Questa e’ la ragione per cui e’ da stolti rallegrarsi della sconfitta e fregandosi le mani dalla contentezza dire: «L’avevamo sempre detto!».

Leggi il seguito di questo post »

Posted in People, Sguardo futuro | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | 1 Comment »

Cerimonie

Posted by homoeuropeus su 1 settembre 2009

cemetery

L’incontro odierno nei pressi di Danzica tra i primi ministri di Polonia, Germania e Russia per commemorare il settantesimo anniverasrio dall’inizio della Seconda Guerra Mondiale potrebbe far pensare ad una semplice cerimonia di quelle in cui si depongono corone di fiori e si saluta la parata dei veterani.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in European minds, Our World, Sguardo futuro | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | 1 Comment »

Siamo gia’ europei. E non lo sappiamo

Posted by homoeuropeus su 3 giugno 2009

bauman

Mentre la campagna per le europee volge verso il suo termine (in Svezia,  Finlandia ed Estonia hanno gia’ cominciato a votare per posta o nelle ambasciate, in Gran Bretagna e Olanda si vota domani, in Italia e nel resto del continente durante il week-end) ho avuto l’opportunita’ di intervistare uno dei maggiori intellettuali viventi, Zygmunt Bauman e di interrogarlo sul suo rapporto con la cultura e l’identita’ europea, oltre che sulle sfide che attendono il vecchio continente.

«Siamo gia’ europei. E non lo sappiamo» e’ il bel titolo che la redazione di Europa ha voluto dare all’intervista, un titolo che rispecchia fedelmente l’ottimismo e la speranza che promanano dalle cose che mi ha detto (e che io ho fedelmente riportato).

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Articles, European minds, Our World, People, Sguardo futuro | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , | 3 Comments »