Homo Europeus

L'Europa, la Gran Bretagna, l'Italia, la sinistra e il futuro…

Posts Tagged ‘alistair darling’

GE 2010: E il Labour riscopre il popolo

Posted by homoeuropeus su 10 aprile 2010

Proseguo, con un altro articolo pubblicato su Europa di oggi, la serie GE2010 sulle elezioni politiche inglesi.

David Beckham, Gordon Brown e Wayne Rooney

La campagna elettorale inglese s’infiamma sulle questioni economiche, con scontri tra il governo laburista, che ha appena introdotto un aumento della National Insurance, i contributi obbligatori per la scurezza sociale, e l’opposizione conservatrice che promette un taglio delle tasse ma non riesce a specificare come intende fare fronte al previsto mancato introito.

Per dieci anni il principale successo del governo Blair era stato proprio la stabilità economica, con l’inflazione controllata e uno dei più alti tassi di occupazione in Europa. A tal punto il Labour sembrava imbattibile su questo fronte, che David Cameron, appena eletto leader dell’opposizione dichiarò che le questioni sociali e non l’economia erano ora il perno della nuova politica dei Tory.

Poi è venuta la crisi economica globale, il crollo del sistema finanziario internazionale, il fallimento delle banche: il clintoniano «it’s the economy, stupid»è tornato ad essere la chiave per vincere le elezioni.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Posted in Articles, Go on Britain! | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Manchester blue: la scelta poco onesta di George

Posted by homoeuropeus su 6 ottobre 2009

 child trust fund

Premetto che non amo George Osborne, che non mi piace la sua aria da bambino viziato e il suo atteggiamento da primo della classe.
Premetto anche che non ci capisco molto di economia e di conti pubblici.

Non sono quindi in grado di fare una seria analisi sulle proposte che l’attuale ministro ombra e probabile prossimo Cancelliere ha avanzato durante il suo discorso alla conferenza dei conservatori oggi a Manchester (cosi’ come mi sono astenuto dal commentare il discorso che il ministro Alistair Darling ha fatto a Brighton).

Ma c’e’ un annuncio, tra le varie “scelte oneste” che il Cancelliere-ombra ha avanzato oggi, che mi ha lasciato particolarmente perplesso.
Si tratta della possibilita’ di tagliare il Child Fund Trust per le famiglie piu’ ricche.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Go on Britain! | Contrassegnato da tag: , , , , , | 2 Comments »

The Brighton Sun: domenica.

Posted by homoeuropeus su 27 settembre 2009

brown worry

 

L’anno scorso avevo seguito la conferenza laburista con una serie di post intitolati “Manchester Diary“; volendo fare lo stesso quest’anno (e prometto di essere meno nottambulo nei prossimi giorni), questa mattina in treno mi chiedevo che titolo dare ai post, mentre leggevo sui giornali che “il Labour ha perso la voglia di vivere” (Alistair Darling sull’Observer) e che Peter Mandelson e’ pronto a collaborare con un governo conservatore (lo stesso Mandelson sul Times).
Mi stavo quindi orientando per “Brighton Burial“, quando, al mio arrivo nella piccola stazione, e lungo la strada che da li’ porta verso il molo, ho improvvisamente cambiato idea: un sole estivo caldo e luminoso mi ha fatto propendere per “The Brighton Sun“, che e’ un po’ piu’ ottimista, anche se le motivazioni per esserlo sono tutte di natura sentimantale, non razionale.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Go on Britain! | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Crisi, i blairiani attaccano Brown. E la tregua vacilla

Posted by homoeuropeus su 23 ottobre 2008

Pubblicato su Europa di oggi.

 

A sentire Gordon Brown, il governo inglese non ha alcuna responsabilità per la recente crisi finanziaria e la probabile recessione che la Gran Bretagna si trova ad affrontare. Anzi, a livello internazionale il premier si è preso pure il merito di avere individuato la soluzione più credibile, cui tutti si sono accodati. Ma questa opinione non sembra universalmente accettata, non tanto tra i Conservatori di Cameron e Osborne che, pur avendo rotto la tregua con il governo, non hanno ancora ricominciato ad attaccare Brown e Darling. Sta volta le accuse vengono dall’interno, da due autorevoli voci dell’entourage di Tony Blair primo ministro: Geoff Mulgan, direttore della policy unit dal ’97 al 2004 e Matthew Taylor, il principale strategic advisor dal 2003 al 2006.

 

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Go on Britain! | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | 1 Comment »

L’emergenza nazionale riunisce gli arcinemici Brown e Cameron

Posted by homoeuropeus su 10 ottobre 2008

Pubblicato su Europa di oggi.

 

Non sembrano esserci grandi differenze politiche sulle misure adottate dal governo britannico per fare fronte alla crisi economica: d’altropnde tra un partito laburista, che ormai da anni ha abbracciato la ricetta della funzione auto-regolatrice del libero mercato, e un partito conservatore che, dopo decenni di liberismo sfrenato, ha cominciato a scoprire la necessità di un maggiore intervento dello stato in economia, non è difficile trovare un punto di mediazione. E infatti non ha avuto grandi difficoltà il cancelliere Darling ha presentare in parlamento il piano di salvataggio che prevede 50 miliardi per ricapitalizzare i principali istituti bancari nazionali, e altri 200 per creare una linea di credito agevolato e far ripartire la catena dei prestiti.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Articles, Go on Britain! | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

Rimpasto

Posted by homoeuropeus su 4 ottobre 2008

Rimpasto, una parola che evoca, almeno per chi di noi ha una certa eta’, l’idea di un  vecchio modo di fare politica, di un’epoca in cui le esigenze della cossiddetta governabilita’ imponevano di fare continue mediazioni e compromessi, di accomodare tutte le piu’ piccole istanze del piu’ piccolo partito di governo, in modo da non avere problemi e permettere allo stesso governo (ma anche al piccolo partito al suo interno) di vivacchiare per qualche altro mese.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Go on Britain! | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Manchester Diary: lunedi’

Posted by homoeuropeus su 22 settembre 2008

Oggi e’ stato il giorno di Alistair Darling (la mattina) e di David Miliband (il pomeriggio): troppo freddo e tecnico il primo, distaccato e saccente il secondo. Nessuno ha riscosso quegli applausi calorosi e di supporto che ci si aspetterebbe da una platea amica.

Anche se il tentativo della stampa britannica e’ quello di riproporre a questa conferenza lo schema di quelle del decennio passato, con un labour diviso tra il primo ministro e il suo piu’ autorevole ministro (la competizione latente tra Blair e Brown  sostituita da quella tra Brown e Miliband), a me pare invece che quest’anno ci sia una impostazione diversa.
Avendo chiuso definitivamente ogni partita sulla leadership, accordandosi per lasciare ancora il povero Gordon a rosolare nel brodo della crisi finanziaria e della sfiducia crescente, tutti i ministri cercano di mostrare il massimo supporto al premier insieme alla massima lontananza.

E ci riescono molto bene!

Posted in Go on Britain! | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Manchester Diary: finanzieri terroristi

Posted by homoeuropeus su 22 settembre 2008

Secondo le indiscrezioni del Guardian, intervenendo alla conferenza laburista questa mattina, il cancelliere Alistair Darling paragonera’ la cirsi dei mercati finanziari al terrorismo internazionale, il crollo dei titoli azionari agli attacchi alle torri gemelle.

Resta da capire perche’ il presidente Bush abbia voluto spendere 50 miliardi di dollari per salvare le istituzioni finanziarie, anziche’ bombardare Wall Street! 

Posted in Go on Britain!, Our World | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

La City si agita. Il Labour pure

Posted by homoeuropeus su 17 settembre 2008

Pubblicato su Europa di oggi.

Che ricadute avrà il terremoto che sta sconvolgendo il sistema finanziario americano su quella che è la capitale europea delle banche e dei mercati? Da sempre la City di Londra è sinonimo di centro finanziario, anche ora che nel miglio quadrato restano solo la Bank of England, la borsa, la sede dei Lloyds e poche altre attività economiche mentre le grandi banche internazionali, gli istituti di prestito, le attivita di mediazione si sono spostate nei moderni grattacieli di Canary Wharf, l’ex porto della capitale.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Articles, Go on Britain!, Our World | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 Comments »

Un vero amico

Posted by homoeuropeus su 30 agosto 2008

“Dobbiamo riscoprire quell’entusiasmo che ci ha fatto vincere tre elezioni, e questo e’ un problema enorme per noi al momento. (…) Palesemente non siamo stati capaci di comunicare per che cosa ci battiamo, e chi siamo”: lo ha detto al Guardian il Cancelliere britannico Alistair Darling, commentando le difficolta’ del Labour party sotto la guida di Gordon Brown.

E pensare che, nella geografia interna al Labour, Darling e’ un fedelissimo di Brown! Chissa’ che cosa pensano i blairites?

Posted in Go on Britain! | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »