Homo Europeus

L'Europa, la Gran Bretagna, l'Italia, la sinistra e il futuro…

Archive for marzo 2009

W Europa

Posted by homoeuropeus su 31 marzo 2009

Come succede sempre la prima volta, mi e’ risultato un po’ ostico navigare nel nuovo sito di Europa.

Ma so gia’ che mi ci abituero’ presto.

Annunci

Posted in Blogmania | Contrassegnato da tag: | 1 Comment »

«Verso Copenhagen, per un’altra Kyoto». Parla David Anthony King

Posted by homoeuropeus su 28 marzo 2009

Pubblicato su Europa di oggi.

David Anthony King, è uno degli scienziati britannici maggiormente impegnati nella lotta per contrastare i cambiamenti climatici, tanto sul versante accademico, quanto, soprattutto su quello politico: è stato il consigliere scientifico di Tony Blair ed ora, come direttore della Smith School of Enterprise and the Environment di Oxford, fa parte del gruppo di esperti internazionali incaricato di preparare la conferenza dell’ONU sul clima, che si svolgerà a Copenhagen nel dicembre prossimo. Leggi il seguito di questo post »

Posted in Articles, Our World, Sguardo futuro | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Europee: il dovere morale di eleggere un novantenne!

Posted by homoeuropeus su 26 marzo 2009

Mentre tutti parlano di rinnovamento, di giovane gruppo dirigente e facce nuove nelle liste delle europee, ho sentito la necessita’ di scrivere su PDNetwork  affinche’ il Partito Democratico si impegni a candidare ed eleggere un novantenne alle prossime europee.

Si tratta di un dovere morale!

Se vi interessa saperne di piu’, il post lo trovate qui.

Posted in Blogmania, European minds, Il PD che vorrei | Contrassegnato da tag: | 1 Comment »

“Command and control”. Ma anche partecipazione. La ricetta Campbell

Posted by homoeuropeus su 26 marzo 2009

Pubblicato su Europa di oggi.

Prima dal quartier generale laburista e poi direttamente dal numero 10 di Downing Street ha promosso su giornali e televisioni l’immagine vincente del New Labour. Oggi Alistar Campbell, che si è ritirato dalla vita pubblica e vive scrivendo romanzi e promuovendo attività di beneficenza, è tornato a Millbank Tower, sede della Communications Unit del Labour a metà degli anni ’90, per la presentazione di “The Change We Need” libro della Fabian Society sulla campagna elettorale di Barack Obama e sulle lezioni che se ne possono trarre in Gran Bretagna.

«La vittoria di Obama – ha detto – dimostra che la vecchia strategia di comunicazione bastata su una chiara linea stabilita al centro e trasmessa alla periferia, ormai non può più essere adottata. In America hanno costruito una nuova forma di comunicare, basata su un messaggio forte e coinvolgente, che poi ognuno è libero di interpretare e ritrasmettere a sua volta nelle forme e nei modi che gli sembrano più opportuni».

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Articles, Go on Britain! | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Le elezioni europee si possono vincere.

Posted by homoeuropeus su 19 marzo 2009

N.B. – Questo non e’ un post breve, ma una lunga riflessione su come si possono vincere le prossime elezioni europee, riflessione che ho iniziato a fare in vista della prossima riunione dell’esecutivo del Labour Movement for Europe. Leggetelo con cura e fatemi sapere che cose ne pensate…
eupeople

Durante lo scorso week end mi sono convinto che le elezioni europee possono ancora essere vinte. Ma che sara’ estremamente dura.

Parlo del Labour, ovviamente, ma molte delle cose che diro’ si possono tranquillamente adattare anche al Partito Democratico italiano.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in European minds, Go on Britain! | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 Comments »

Elogio di Jade che va a morire

Posted by homoeuropeus su 13 marzo 2009

jade-goody

Anche per chi non e’ un conoscitore dello showbiz britannico, il nome di Jade Goody suona sicuramente familiare: si tratta di una partecipante alla edizione 2002 di Big Brother, diventata subito bersaglio dei tabloids per la sua sfacciata ignoranza, ma amata invece dal pubblico per il suo approccio diretto. Jade dimostrava un’ignoranza abissale su qualsiasi argomento, parlava male di tutti alle spalle, si ubriaco’ davanti alle telecamere, apparve quasi completamente nuda sullo schermo e fu la prima concorrente ad avere un rapporto sessuale nella casa del Grande Fratello.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Go on Britain!, People | Contrassegnato da tag: , , , , | 7 Comments »

Sempre piu’ isolati in Europa

Posted by homoeuropeus su 12 marzo 2009

David Cameron ha dato ieri formale seguito all’impegno assunto durante la campagna elettorale per diventare leader del partito conservatore nel 2005: nel prossimo Parlamento europeo i Tory lasceranno il Partito Popolare Europeo per fondare un gruppo autonomo, che, secondo le indscrezioni della BBC potrebbe chiamarsi European Conservatives.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in European minds, Go on Britain! | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , | 1 Comment »

“Spin forever”

Posted by homoeuropeus su 7 marzo 2009

(Photo credit: ADRIAN DENNIS/AFP/Getty Images)

Confermandosi quel genio della comunicazione che abbiamo imparato a conoscere nei suoi anni a Downing Street, Alastair Campbell ha preso pubblicamente posizione nella polemica in cui lo ha coinvolto Peggy Mitchell, proprietaria del pub Queen Vic di Waltford, nell’est di Londra.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Go on Britain! | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Nemo propheta in patria

Posted by homoeuropeus su 6 marzo 2009

C’era Romano Prodi a Oxford ieri e l’altri ieri, ma per una serie di disguidi tecnici me lo sono perso. Peccato!
Un conti sarebbe stato ascoltarlo, altro leggere il misero resoconto del Corriere.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Il PD che vorrei | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | 2 Comments »

Obama spiegato ai laburisti

Posted by homoeuropeus su 4 marzo 2009

Pubblicato su Europa di oggi.

Joe Rospars è un venticinquenne americano, un po’ diverso dalla norma dei suoi coetanei: anzichè di football e videogiochi è un appassionato di database e di politica. Dall’unione di queste sue due passioni è nata nel 2004 Blue State Digital, una compagnia di servizi specializzata nella comunicazione politica, che ha organizzato tutta la stategia della new media campaign per l’elezione di Barack Obama. «Abbiamo iniziato in due, nel febbraio del 2007 e abbiamo finito con tredici milioni di collaboratori on-line, uno staff pagato di più di ottocento persone e uffici in ogni grande città degli Stati Uniti» racconta Rospars a Europa alla fine di un seminario, organizzato dal Labour party, per capire come adattare le strategie di comunicazione on-line usate da Obama alla prossima campagna elettorale in Gran Bretagna.

Nonostante l’interruzione della metropolitana, lo scorso sabato mattina a Canary Wharf ad ascoltare questo giovane guru c’erano più di duecento bloggers, webmasters, appassionati di computer e organizzatori locali del partito . Un linguaggio diretto, privo tanto della retorica del politico quanto della terminologia tecnica incomprensibile ai non professionisti del computer, accompagnato da brevi viedo e da un contenuto chiaro e schematico: «i nuovi media non sono il messaggio, sono lo strumento per agevolare l’accesso alla politica». In un paese come l’Inghilterra, in cui la blogsfera è patrimonio incontrastato della destra mentre il Labour party, con la sua struttura organizzativa burocraticamente verticistica e la sua rigida disciplina di partito, fatica ad affermarsi nella battaglia on-line, le parole di Joe Rospars suonano più eretiche che profetiche.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Articles, Blogmania, Our World, People | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , | 3 Comments »