Homo Europeus

L'Europa, la Gran Bretagna, l'Italia, la sinistra e il futuro…

Archive for the ‘Our World’ Category

Il liberalismo muscolare di David Cameron e la “nostra” idea di liberta’

Posted by homoeuropeus su 23 febbraio 2011

Ha destato grande interesse anche in Italia (anche tra persone progressiste e in ambienti di centrosinistra) il discorso del Primo Ministro David Cameron a Monaco lo scorso 5 febbraio. In esso il leader conservatore delineava una nuova impostazione per rapportarsi al multiculturalismo della nostra societa’, una visione basata sul superamento della tolleranza passiva che e’ stata adottata negli scorsi anni e sulla promozione un piu’ attivo approccio, definito liberalismo muscolare.

Esiste un ideologia islamica radicale -questo in sintesi il ragionamento del Primo Ministro- che nonva confusa con la religione islamica, ma che non puo’ essere neppure tollerata, o continuamente giustificata, cosi’ come bisgna smettere di essre indulgenti verso coloro che questa ideologia predicano o cercare nel disagio e nell’emarginazione delle attenuanti per coloro che la abbracciano.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Posted in Go on Britain!, Our World | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | 3 Comments »

Wej-ji: e se ricominciassimo a viaggiare lenti?

Posted by homoeuropeus su 22 aprile 2010

Londra ci ga regalato questa settimana delle bellissime giornate di sole, dei cieli limpidi, di un blu intenso, senza nuvole ma soprattutto senza quelle fastidiosissime scie di aeroplano che restano a lungo nell’azzurro e che caratterizzano ormai i cieli delle nostre citta’.

Ci voleva un vulcano, la piu’ presitorica delle eredita’ della terra, per mettere in crisi il nostro mondo e le sue certezze tecnologice, le sue “magnifiche sorti e progressive”.
La nuvola vulcanica islandese ha creato disagi e scompigli a chi doveva viaggiare, a chi era atteso dalla sua famiglia e dai suoi amici in una citta’ lontana (a me per primo, a dire il vero, che sono stato privato di una visita di mia mamma), a chi doveva rientrare dopo una vacanza, a chi aveva prenotato un volo per trasferirsi definitivamente in un altro paese.
Ma oltre ai disagi e ai problemi, a mio parere la nube ci ha lasciato un grande insegnamento, ci ha mostrato una nuova opportunita’. Almeno a me: mi ha aiutato a riflettere, a pensare.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Our World, Sguardo futuro | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Alliance of Youth Movements: la tecnologia e’ movement

Posted by homoeuropeus su 11 marzo 2010

I loro genitori, quando avevano vent’anni, occupavano i campus contro la guerra in Vietnam, organizzavano manifestazioni per i diritti delle minoranze, partecipavano a Woodstock. Le vecchie foto d’archivio ce li mostrano, capelli lunghi, blue jeans, sigaretta in bocca, seduti al tavolo di qualche piccolo caffe’ di provincia, o sugli scalini della biblioteca universitaria, mentre discutono animatamente di come cambiare il mondo.

I trentenni americani oggi non hanno rinunciato a quel sogno, anzi, la vittoria presidenziale di un giovane community organizer, ha dato loro nuovo entusiasmo: la vera differenza coi loro genitori e’ che oggi le nuove tecnologie hanno ampliato le loro possibilia’, hanno reso davvero globale la speranza di cambiamento.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Articles, Blogmania, Our World, Sguardo futuro | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

In morte di Boa Sr e degli altri “musei viventi”

Posted by lazzarop su 8 febbraio 2010

La notizia della morte di Boa Sr e’ stata trattata dai media (italiani, ma anche da quelli inglesi) come una di quelle notizie di cronaca culturale di secondo livello, con cui si riempie una pagina quando non si ha altro di meglio da scrivere.

Certo, la vita di questa ottantacinquenne delle isole Adamane, sopravvissuta allo tsunami del 2004, e’ stata molto meno frenetica di quella di Amy Winehouse, ma la sua morte lascia un vuoto incolmabile per tutti noi.
Leggi il seguito di questo post »

Posted in Our World | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Wej-ji: dormire in biblioteca, per uscire dalla crisi

Posted by homoeuropeus su 25 gennaio 2010

library

A molti probabilmente e’ capitato, mentre preparavano gli esami universitari, o studiavano per qualche concorso, di addormentarsi in biblioteca: la stanchezza della notte precedente passata sui libri, la stessa frase riletta tre volte senza capirne il significato, gli occhi che si fanno pesanti, il silenzio che rimbomba ovattato nelle orecchie, la testa che cede…

Dieci minuti, forse anche meno, poi veloci a prendere un caffe’, a sciacquarsi la faccia e si riprende la lettura con piu’ energia e vigore.

A pochi, invece, credo, e’ capitato di mettere pigiama e spazzolino dentro la borsa e decidere di andare a dormire in biblioteca: anche perche’ solitamente le strutture pubbliche chiudono abbastanza presto (nonostante le proteste di studenti e studiosi) e soprattutto perche’ la prospettiva di una pila di volumi duri e polverosi al posto del cuscino non e’ certo delle piu’ allettanti.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Go on Britain!, Our World | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Il paradosso di Giddens e le papere di Camden

Posted by homoeuropeus su 14 gennaio 2010

Il “paradosso di Giddens” e’ una teoria elaborata dall’ex direttore della London School of Economics per spiegare perche’ i summit internazionali sui cambiamenti climatici sono inevitabilmente destinati a fallire: secondo il sociologo, infatti, c’e’ una contraddizione irrisolvibile tra un rischio che deve essere affrontato prima che diventi visibile e una risposta politica che non riesce ad essere articolata se non in presenza del rischio, quando ormai è troppo tardi.

Giddens, che ha partecipato in qualità di esperto alla fase preparatoria del vertice di Copenhagen sostiene che «Le grandi conferenze internazionali sono tutte destinate a fallire perche’ in esse la seconda parte del paradosso diventa ancora più incontrollabile.
Leggi il seguito di questo post »

Posted in Articles, European minds, Our World, Sguardo futuro | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , | 1 Comment »

Il decennio europeo: dubbi e classifiche di questi 10 anni

Posted by homoeuropeus su 31 dicembre 2009

Con la fine dell’anno si avvia a finire anche il primo decennio del nuovo secolo (e anche del nuovo millennio, a dire la verita’), per quanto i puristi continuino a sostenere che in realta’ il decennio andrebbe contato dall’anno 01 (e che quindi finirebbe nel dicembre 2010).
Nonostante il loro ragionamento sia cronologicamente corretto (dato che l’anno 0 non e’ mai esistito), ormai la logica corrente vuole che i decenni si contino da 0 a 9, e che conseguentemente col dicembre 2009 finisca anche questo primo decennio, sul cui nome nel mondo anglosassone continua ormai da tempo una discussione tanto dotta quanto inutile.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Our World, Sguardo futuro | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 Comment »

Vico, Foa e un ideogramma cinese: pensieri di fine anno per affrontare la crisi

Posted by homoeuropeus su 18 dicembre 2009

«Paiono traversie e sono opportunita’»: questo pensiero di Vico ha accompagnato un lungo pezzo della mia giovinezza. L’ho in qualche modo adottato come senso della vicenda raccontata in queste lettere: il travaglio, le privazioni, la sofferenza del presente erano proiettati nel futuro, non erano un patimento, erano delle possibilita’ e quindi delle scelte.

Con queste parole comincia l’introduzione di Vittorio Foa al volume “Lettere della giovinezza” (Einaudi1998) che raccoglie le lettere scritte durante gli otto anni della sua prigionia, dal 1935 al 1943: anni cruciali  che videro la promulgazione delle leggi razziali, la creazione dell’impero,  l’escalation bellica, anni in cui certamente non si poteva immaginare ne’ il 25 luglio, ne’ l’8 settembre, ne’ tantomeno la Resistenza e la nascita della Repubblica. Leggi il seguito di questo post »

Posted in Our World, Sguardo futuro | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | 7 Comments »

Stavolta Obama l’ha fatta grossa!

Posted by homoeuropeus su 5 ottobre 2009

La notizia che Obama non incontrera’ il Dalai Lama durante la visita di quest’ultimo negli USA e’ gravissima. E gravissime sono anche le motivazioni che vengono addotte per quello che non e’ solo uno sgarbo istituzionale al leader dei tibetani, ma e’ uno schiaffo in faccia a milioni di persone che nel mondo si battono per la liberta’ del Tibet e i diritti umani in Cina.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Our World | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , | Leave a Comment »

Cerimonie

Posted by homoeuropeus su 1 settembre 2009

cemetery

L’incontro odierno nei pressi di Danzica tra i primi ministri di Polonia, Germania e Russia per commemorare il settantesimo anniverasrio dall’inizio della Seconda Guerra Mondiale potrebbe far pensare ad una semplice cerimonia di quelle in cui si depongono corone di fiori e si saluta la parata dei veterani.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in European minds, Our World, Sguardo futuro | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | 1 Comment »