Homo Europeus

L'Europa, la Gran Bretagna, l'Italia, la sinistra e il futuro…

Sempre piu’ isolati in Europa

Posted by homoeuropeus su 12 marzo 2009

David Cameron ha dato ieri formale seguito all’impegno assunto durante la campagna elettorale per diventare leader del partito conservatore nel 2005: nel prossimo Parlamento europeo i Tory lasceranno il Partito Popolare Europeo per fondare un gruppo autonomo, che, secondo le indscrezioni della BBC potrebbe chiamarsi European Conservatives.

Si tratta di una decisione che ha sempre visto due diverse anime all’interno dei Conservatori: da un lato gli europeisti, come Kenneth Clarke, recentemente tornato nel governo ombra, per provare a contrastare proprio su questo terreno il suo acerrimo rivale, Peter Mandelson, e dall’altra gli euroscettici, come l’ex leader e attuale ministro ombra degli esteri, William Hague, che e’ proprio uno degli architetti di questa decisione.

Non e’ ancora chiaro con quali alleati i Tory intendono costruire un loro gruppo autonomo, anche perche’ il regolamento del Parlamento europeo e’ molto rigido e prevede che un gruppo debba essere costituito di almeno 20 parlamentari provenienti da almeno un quinto degli stati mebri, cioe’ 6.
Fino ad ora l’unica disponibilta’ raccolta proviene da una piccola formazione della Repubblica Ceca, ma i Conservatori stanno cercando consenso anche tra i conservatori svedesi e tra i partiti della Polonia, dei paesi baltici e dell’Italia, in particolare tra quelle formazioni di stampo nazionalistico ed euroscettico che appartenevano al gruppo dell’ Unione per l’Europa delle Nazioni e che nel prossimo parlamento potrebbero non raggiungere i numeri necessari per fare un gruppo autonomo.

Certo che si tratta di una mossa particolarmente avventata, per uno che tutti i sondaggi dicono potrebbe essere il prossimo primo ministro inglese: abandonare il gruppo dove siedono i partiti di Angela Merkel e Nicolas Sarkozy, per fare una formazione minoritaria e in compagnia di partiti che contano poco o nulla sulla scena europea.

D’altronde il rischio di essere isolati in Europa non sembra rientrare tra le paure di Cameron, il cui partito invece ha fatto dell’euroscetticismo una delle sue ragioni fondanti.

E’ qualcosa che dovrebbero tenere a mente anche i tanti, troppi estimatori del leader conservatore che abbondano nel centrosinistra italiano.

Una Risposta to “Sempre piu’ isolati in Europa”

  1. […] In Italia non c’e’ nessun deputato del PSE (anche se poi quelli del PD aderiranno al gruppo socialista), mentre in Gran Bretagna non c’e’ nessun deputato del PPE (considerato da Cameron troppo europeista: ne avevo gia’ parlato qui). […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: