Homo Europeus

L'Europa, la Gran Bretagna, l'Italia, la sinistra e il futuro…

Posts Tagged ‘bill clinton’

Le lacrime di Berlusconi secondo il Times

Posted by homoeuropeus su 10 febbraio 2010

Prendendo spunto da quelle versate di fronte alle telecamere dall’ex spin doctor Alastair Campbell, il Times di ieri dedicava una pagina tra il serio e il faceto alle lacrime dei politici: c’erano quelle di Paddy Ashdown in visita ai campi profighi in Bosnia, quelle di Neil Kinnock quando Brown, appena eletto leader del Labour, pago’ tributo al suo coraggio e alla sua innovazione; non potevano mancare quelle di Bill Clinton alla notizia della morte di dieci cittadini americani a Nairobi, ne’ quelle di Margaret Thatcher che lascia definitivamente Downing Street (nella versione cartacea ci sono anche quelle di Obama, di Bush, di Cherie Blair e di alcuni altri).

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Posted in L'Italia che c'e' | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , | 21 Comments »

Addio Ralf, attraversatore di frontiere

Posted by homoeuropeus su 18 giugno 2009

 ralf

La diversita’ e’ l’essenza dell’Europa, eppure tale diversita’ non e’ casuale, ma esiste all’interno di una sorta di universo di riferimenti condivisi. Agli europei riesce meglio capire altri europei anziche’ coloro i quali non appartengono all’Europa. Io preferisco il termine convertibilita’: c’e’ convertibilita’ in senso culturale in Europa, e forse questa e’ anche la base piu’ solida della cooperazione economica e politica. Non e’ una questione di identita’, ma di una facile trasferibilita’: cio’ che conta non e’ che le frontiere scompaiano, ma che diventi facile attraversarle. Attraversare le frontiere […] e’ stato a lungo una delle mie attivita’ regolari.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in European minds, People | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 Comments »

America

Posted by homoeuropeus su 6 aprile 2009

Sei all’estero, nessuno sa chi tu sei veramente. Questa e’ America, dove niente e’ duraturo. Niente in America deve avere conseguenze rigide, inalterabili. Tutto deve muoversi, cambiare, essere demolito, mescolarsi. In Polonia credevo di essere cio’ che dovevo essere. America vuol dire: si può lottare contro il proprio destino.

Susan Sontag, In America (2001) 

Con in mente queste parole della piu’ europea tra le intellettuali americane (ma forse anche la piu’ americana tra le scrittrici europee), domattina parto per gli States.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Divagazioni, Our World | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Manchester Diary: domenica

Posted by homoeuropeus su 21 settembre 2008

Risolti i miei problemi di connessione (grazie a Vodafone, non certo ai potenti mezzi del partito!) comincio questo diario della conferenza laburista.

Ha fatto bene il Labour party a scegliere (di nuovo) Manchester come sede della conferenza annuale, anziche’ una di quelle tristissime localita’ balneari (Brighton, Bournemouth, Blackpool) dove tradizionalmente si sono fatti e disfatti i destini della politica britannica. Non c’e’ il mare a fare da coreografia (ma il mare inglese, ancor piu’ in settembre, e’ grigio e malinconico) ma almeno c’e’ una citta’ vera e viva, una citta’ straordinaria, che in altri tempi, anche senza mare, e’ riuscita ad essere il terzo porto commerciale inglese (e non e’ uno scherzo!) e la capitale dell’industria tessile del Regno Unito. Questo nel secolo scorso: oggi, dopo decenni di crisi, Manchester e’ una citta’ rinata grazie ai progetti e ai fondi messi in campo dal governo laburista (primo tra tutti quello dei Giochi del Commonwealth).

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Go on Britain! | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

L’eredita’ di Bush alla Convention di Denver

Posted by homoeuropeus su 30 agosto 2008

Ho seguito con interesse e passione la Convention Democratica di Denver, consapevole che una parte di quello che succedera’ in Italia ed in Europa nei prossimi anni, dipende anche da come finira’ la corsa per la Casa Bianca.

Fin dal primo giorno, pero’, nonostante la straordinaria coreografia, la perfetta organizzazione dei discorsi e il loro entusiasmante messaggio, ho avuto la strana impressione che mancasse qualcosa: che la discussione non fosse approfondita abbastanza, che l’elaborazione del Partito Democratico, in vista delle prossime elezioni presidenziali, avesse ancora un grande punto interrogativo.

Leggi il seguito di questo post »

Posted in Our World, Sguardo futuro, Sinistra possibile | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 4 Comments »