Homo Europeus

L'Europa, la Gran Bretagna, l'Italia, la sinistra e il futuro…

In difesa di Bernard-Henry Levy

Posted by homoeuropeus su 18 febbraio 2010

Intenti a seguire ben altri scandali, i giornali italiani (con l’eccezione della Stampa) hanno trascurato l’ultima polemica in cui e’ rimasto coinvolto il filosofo francese Bernard-Henry Levy: avere utilizzato come supporto per la sua critica al pensiero kantiano un testo filsosfico di tal certo Jean-Baptiste Botul, che in realta’ e’ un personaggio inventato di sana pianta da un gruppo di giornalisti ed accademici.

Bernard-Henry Levy gode, tra colleghi filosofi e giornalisti, di una stima che e’ inversamente proporzionale al suo successo col grande pubblico e al suo conto in banca (e devo confessare che neppure a me sta molto simpatico), ma questa volta mi pare che gli vengano mosse accuse eccessivamente ingenerose.

Certo, essendo uno dei massimi filosofi francesi (e anche uno dei piu’ arroganti cittadini d’oltralpe) dovrebbe essere un po’ piu’ accurato nell’uso delle sue fonti, soprattutto quando il testo a cui si rifa’ si intitola “La vita sessuale di Immanuel Kant“, ma di fondo cosa cambia se le idee che sono pubblicate nel libro sono frutto di Botul o di Frederic Pages (giornalista dell settimanale satirico Le Chanard enchaine, e filosofo lui stesso)?

“E’ come se Zeri -scrive il giornalista della Stama per spiegare l’accaduto- avesse inserito in una antologia della scultura del ’900 i falsi Modigliani smozzicati dai burloni di Livorno negli Anni 80”. E invece no! Perche’ quelle sculture pretendevano di essere qualcosa che non erano (un falso appunto) mentre le idee contenute nel libro di Botul sono originali (indipendentemente dal fatto che Botul sia un nome di fantasia, ma non e’ certo il primo scrittore o filosofo a mascherarsi dietro ad un nom de plume).

In “De la guerre en philosophie” Levy utilizza le idee contenute in un libro, e su queste basa la sua critica a Kant.
Puo’ far ridere che per definire Kant “una falsa astrazione, uno spirito di pura apparenza” egli usi un autore che e’ a sua volta una pura invenzione, ma questo non toglie nulla al suo ragionamento e alle sue argomentazioni.

Gli scandali, cari cugini d’oltralpe, sono ben altra cosa…

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: