Homo Europeus

L'Europa, la Gran Bretagna, l'Italia, la sinistra e il futuro…

Un giorno di festa vera

Posted by homoeuropeus su 9 maggio 2009

9may

Per alcuni oggi e’ solo il 9 maggio…

Rer altri, invece, e’ un giorno importante, un’occasione per festeggiare!

Tanti auguri a tutti gli europei!

8 Risposte to “Un giorno di festa vera”

  1. Matteo Legrenzi said

    Effettivamente credo che meno di un europeo su cento sappia di questa ricorrenza. Io personalmente ero già abbastanza contento di festeggiare il Giorno della Polizia…

  2. David said

    Happy Europe Day to you, caro Lazzaro.

  3. @ Matteo: credo che se facessimo un sondaggio sul perche’ oggi e’ un giorno speciale, la stragrande maggioranza degli intervistati risponderebbe: “perche’ inizia il giro d’italia!”
    Ma si sa, a me piacciono le feste un po’ elitarie…

  4. Gico said

    Io per esempio non lo sapevo… davvero inizia il giro d’Italia?!😛
    no, davvero non sapevo che fosse l’Europe Day… ma a cosa servono i Blog se non a saperne sempre una in piú?!

  5. Ciao Lazzaro, senti un po’: che ne pensi della decisione del PD di decidere solo dopo le elezioni europee in che gruppo entrare?

  6. Caro Gico,

    se fosse vero riterrei che sarebbe un grave errore politico, oltre che un problema tecnico molto rilevante, in quanto il peso di una delegazione nazionale (in termini di possibilita’ di interventi, ruoli ecc…) dipende dal gruppo in cui questa siede.

    Le cose, pero’, non stanno come dici tu: il PD ha gia’ stabilito che i suoi europarlamentari siederanno come delegazione indipendente (e quindi con maggiore autonomia politica e finanziaria) nel gruppo del PSE, a patto che questo cambi nome in gruppo “dei socialisti, progressisti e democratici europei”. (cosa che pur di avere una ventina di MEP in piu’, i socialisti hanno gia’ stabilito di fare).

    Queste cose, trattate da Fassino, e concordate anche da Pistelli e Franceschini al Progressive Forum in Cile, si dicono ormai in tutti i paesi europei, tranne che in Italia. Ed e’ questo che mi stupisce…

    Tempo fa avevo detto che avrei voluto un PD decisamente schierato con il PSE e che comunque immaginavo che come sempre ci saremmo arrivati con i soliti distinguo… Sinceramente non immaginavo una situazione come questa in cui si va nel PSE, senza pero’ dirlo, e quasi vergognandosene!

  7. Gico said

    Grazie della risposta Lazzaro!

    Tu sei certamente piu’ informato di me, per questo mi affiddo a te per risolvere i miei dubbi! In realta’ l’argomento e’ tutt’altro che chiaro, Franceschini dice che il PD non entrera’ nel PSE. L’ultima notizia che ho letto e’ stata su yahoo, in cui sono riportate le dichiarazioni di Pistelli, che danno ad intendere che la questione verra’ trattato solo dopo le elezioni:

    http://it.notizie.yahoo.com/4/20090511/tts-oittp-europa-pd-socialisti-ca02f96.html

    >>>Lapo Pistelli, che per conto del segretario del Pd, Dario Franceschini, sta negoziando con i partiti europei la possibile nascita di un nuovo gruppo parlamentare, non ha voluto commentare la notizia.

    “Non mi interessa alimentare una cosa che non deve essere alimentata… ne parleremo dopo le elezioni europee”.

    Nell’aprile scorso Pistelli, deputato in Italia ed ex parlamentare a Strasburgo, aveva detto a Reuters che la costituzione di un nuovo gruppo sarebbe stata più probabile dopo le elezioni, sulla base dei risultati elettorali dei vari partiti.<<<

    Sicuramente, questo non aiuta a definire la linea politica del PD! Poi si lamentano che perdono voti, e ci credo: votare PD e’ un po’ come salire su un autobus senza sapere la destinazione!

    Reputo che volere entrare in un gruppo solo a patto che cambi il nome mi sembra un attegiamento molto ipocrita. Ma capisco che anche i simboli hanno una certa importanza. Certo e’ un peccato che un partito con una importante tradizione come il PSE sia costretto a cambiare nome per fare piacere a Rutelli!

    Ciao Lazzaro, buon lavoro!

  8. Gico, solo una precisazione: si parla sempre e solo di ingresso nel gruppo (cioe’ di far sedere i parlamentari del PD assieme a quelli dei socialisti francesi, dei laburisti inglesi, dei socialdemocratici tedeschi ecc…) mai di ingresso nel Partito del Socialismo Europeo (che invece e’ la struttura di coordinamento che questi altri partiti si sono dati.

    La notizia che riporti (e che conferma quanto dicevo io nel commento precedente) e le dichiarazioni di Pistelli non fanno che aumentare la mia tristezza di fronte all’incapacita’ del PD di assumere scelte chiare di fronte ai suoi elettori…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: