Homo Europeus

L'Europa, la Gran Bretagna, l'Italia, la sinistra e il futuro…

America

Posted by homoeuropeus su 6 aprile 2009

Sei all’estero, nessuno sa chi tu sei veramente. Questa e’ America, dove niente e’ duraturo. Niente in America deve avere conseguenze rigide, inalterabili. Tutto deve muoversi, cambiare, essere demolito, mescolarsi. In Polonia credevo di essere cio’ che dovevo essere. America vuol dire: si può lottare contro il proprio destino.

Susan Sontag, In America (2001) 

Con in mente queste parole della piu’ europea tra le intellettuali americane (ma forse anche la piu’ americana tra le scrittrici europee), domattina parto per gli States.

Porto il ricordo di un viaggio a New Orleans (pre-uragano, ma gia’ post-Clinton) ma questa volta mi aspetta  Minneapolis: si tratta di un’esperienza totalmente americana, ne’ le influenze francesi della Louisiana, ne’ l’internazionalismo di New York o l’aura intellettuale di Boston. MI aspetta l’America fredda (la temperatura e’ sotto lo zero) e profonda. 

Sono curioso, prima di tutto, di vedere come vive l’America oggi, nell’era post Bush. E sono curioso di vederlo proprio a Minneapolis, da dove i repubblicani hanno provato a fermare l’irresistibile ascesa di Barack Obama.

Guardero’, osservero’, cerchero’ di capire e poi, al mio ritorno, provero’ a raccontarvi le mie impressioni.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: