Homo Europeus

L'Europa, la Gran Bretagna, l'Italia, la sinistra e il futuro…

Appartenenza

Posted by homoeuropeus su 4 agosto 2008

Quando nel maggio 1994, dopo un ventennio di esilio, Alexandr Solgenitzyn torno’ in Russia, decise di attraversare tutto il paese in treno (da Vladivostock a Mosca, passando per i luoghi del suo confinio, descritto in “Arcipelago Gulag“), per rendersi conto di persona dei cambiamenti avvenuti in quella che considerava ancora la sua patria.

Nonostante il confinio, l’espulsione, la privazione della cittadinanza, sua moglie dichiaro’: “Sapevamo che saremmo ritornati, che appartenevamo alla Russia”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: