Homo Europeus

L'Europa, la Gran Bretagna, l'Italia, la sinistra e il futuro…

Non basta un grande poeta…

Posted by homoeuropeus su 15 luglio 2008

Pensando ancora all’uso dell’italiano alle riunioni dell’Unione europea, trovo questa straordinaria citazione di Constantin Noica da “L’amico lontano“. Egli parlava della lingua rumena, ma mi pare che il tutto calzi perfettamente anche a quella italiana.

Fra cento anni, in seno ad un’Europa unificata si sceglieranno spontaneamente otto o dieci idiomi e il nostro, col suo ritardo, non ne fara’ parte. Potra’ sopravvivere l’olandese, ma non la nostra lingua: un solo grande poeta non puo’ far sopravvivere una lingua. Se entro i prossimi cinquant’anni non succede nella nostra cultura qualcosa di straordinario, come nella letteratura russa alla fine del secolo scorso, ossia se quello “spirito obiettivo” che e’ la nostra lingua non trova, nell’angoscia della morte imminente, la sua espressione piu’ profonda e piu’ inaspettata (cosi’ come quanto c’e’ di profondo e di inaspettato nel mondo e’ scaturito dal senso che l’uomo ha di essere mortale), ebbene, allora avremo attraversato invano la storia.

Se non basta un grande poeta, cosa potra’ mai fare un infimo Presidente del Consiglio!

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: